Varie

Cosa sono i processi metabolici del nostro corpo?

Il nostro corpo per potersi assicurare la vita ha bisogno di portare avanti tutta una serie di processi interni che gli permettono di produrre le energie con cui sostenersi. Infatti ogni azione, ogni pensiero anche semplicemente vivere o respirare richiede un dispendio di energia da parte del nostro corpo, delle nostre cellule. Ma quindi, come fa a procurarsi queste energie ? Attraverso l’alimentazione e tutta quelle serie di processi che ne conseguono denominati “processi metabolici”. I processi metabolici sono quell’insieme di processi che il nostro corpo esegue a nostra insaputa per trasformare le sostanze che noi mangiamo in energia e di conseguenza attivare tutti quei processi atti a mantenere intatta la struttura del corpo stesso, per evitarne la decomposizione. Andiamo a vedere più approfonditamente cosa sono, cercheremo inoltre di spiegare in maniera semplice e alla portata di chiunque come questi avvengono e quali sono i risultati.

Tipologie di processi

A grandi linee i processi che fanno parte dei processi metabolici sono divisibili in 2 gruppi:
processi metabolici catabolici: in questa prima fase detta catabolica l’organismo attua tutti quei processi necessario per scomporre le molecole più complesse che assumiamo attraverso l’introduzione di cibo nel nostro organismo, come ad esempio lipidi e carboidrati per poi ricomporle sotto forma di molecole più semplici che il nostro organismo può più facilmente sfruttare ai fini di produrre tessuti o creare riserve energetiche.
Processi metabolici anabolici: Questa fase anabolica è conseguente alla prima, infatti qui il nostro organismo prende tutte quelle strutture decomposte dai processi catabolici in precedenza per rielaborarle e riutilizzarle per produrre tutta quella serie di tessuti di cui il nostro corpo ha bisogno, come ad esempio tessuto osseo, tessuto muscolare. Si può dire che sia questa la fase in cui, se ci sottoponiamo ad allenamento e ci alimentiamo nella maniera adeguata, il nostro corpo comincia la costruzione della nuova massa muscolare.
Insomma il nostro corpo si comporta un po’ come una fabbrica, acquisisce le materie prime dall’esterno e le sistema (fase catabolica) in modo tale da essere facilmente alla portata di chi dovrà poi prenderle e utilizzare per creare il prodotto finito (fase anabolica)

Metabolismo basale

come detto in precedenza nell’introduzione di questo articolo, il nostro corpo ha bisogno di energia anche solo per poter continuare a vivere. I processi metabolici insomma non si interrompono se non stiamo compiendo attività fisica, certo però il dispendio di energia sarà sicuramente ampiamente inferiore. Tutti quei processi metabolici che avvengono anche in fase di riposo costituiscono il metabolismo basale detto in abbreviato BMR. Ma se siamo totalmente fermi a cosa dobbiamo questo dispendio e necessità di energia ? Beh le energie sono richieste dalla nostra massa magra ma anche da alcuni organi che sono costantemente in funzione, come ad esempio cuore, reni, fegato ma sopratutto cervello.
Il metabolismo basale può essere calcolato. Il calcolo avviene normalmente dopo un digiuno di 12 ore. Mediamente il metabolismo basale risulta più elevato nei maschi, poiché il corpo degli uomini è composto da una maggior’ quantità di massa magra, tuttavia con l’invecchiamento questo metabolismo si abbassa.

Metabolismo energetico

Concorrono al metabolismo energetico tutto quell’insieme di processi che non fanno parte del metabolismo basale. Questo è determinato dall’attività fisica che svolgiamo durante la giornata ma anche dal consumo di energia richiesto per attivare i processi metabolici stessi, come ad esempio la digestione del cibo che abbiamo mangiato.
il metabolismo energetico è sempre più basso del metabolismo basale a meno che non incrementiamo la richiesta di energia del nostro corpo con un allenamento molto faticoso. C’è da dire che il dispendio energetico, e quindi l’incremento del metabolismo energetico, varierà anche a seconda della tipologia di esercizio che andiamo ad eseguire, alcune tipologie di allenamento infatti richiedono un impiego energetico diverso da altre. Quali sono i fattori che possono influenzare l’impiego di energia da parte di un allenamento ? Certamente fattori come l’intensità di allenamento, la durata, lo stato di salute della persona che si allena: se una persona non gode di ottima salute ovviamente l’allenamento graverà maggiormente sulle sue riserve energetiche.