Varie

Cosa fare in caso di incidente stradale

Quando si verifica un incidente stradale, indipendentemente se sia causato o meno da una propria imprudenza, bisogna essere sereni e tranquilli per evitare di agitare l’altra persona e prestare immediato soccorso qualora ci siano problemi che coinvolgano la salute. Se qualcuno ha riportato lesioni bisogna chiamare subito i soccorsi. Se non è accaduto nulla di grave bisogna mettere la freccia, sostare dove possibile e verificare con l’altra persona coinvolta i documenti.

Incidente stradale con feriti: la procedura

Quando avviene un incidente stradale con feriti bisogna chiamare subito il 118, dopo le forze dell’ordine, poi bisogna scendere dal veicolo e posizionare entro 50 metri dal luogo dell’incidente il triangolo segnaletico affinché non si rechi un ulteriore incidente. Tutti i coinvolti sono tenuti a restare sul luogo del sinistro fino a quando non arrivano le forze dell’ordine. Bisogna prestare molta attenzione se si è in galleria, in una curva o in discesa, soprattutto se è poco illuminata, perché si rischia di generare un tamponamento a catena.

Se la situazione è grave bisogna restare in contatto telefonico con i sanitari, prestare eventualmente un primo soccorso come da loro indicato. Anche se i feriti sono stati coinvolti lievemente si è comunque obbligati per legge a restare sul posto fino all’arrivo di Polizia o Carabinieri. Chi si allontana è punibile con una pena che prevede la reclusione da 6 mesi a 3 anni, l’omissione totale di soccorso è molto severa e prevede la reclusione e la sospensione della patente.

Quando sopraggiungono gli organi di sicurezza, questi ricostruiscono l’accaduto per comprendere chi ha violato il codice, chi sono i soggetti coinvolti, quindi prendere tutti i dati, numero di targa, controllo documenti al fine di compilare un verbale per sottoscrivere i fatti. Lo stesso vale sia se sono coinvolte due auto, sia se è coinvolta un auto o moto e un pedone. Se ritenuto opportuno le forze dell’ordine possono disporre il sequestro dei veicoli danneggiati per ulteriori accertamenti.

Incidente stradale senza feriti: cosa fare

Qualora si verifichi un incidente senza feriti la prima cosa da fare è spostarsi dal luogo dell’incidente per fermarsi in una zona atta alla sosta. Fermare le auto e i veicoli interessati e procedere indossando il giubbotto catarifrangente. L’auto se ostruisce il passaggio deve essere spostata sul margine, ponendo sempre a distanza il triangolo segnaletico per evitare ulteriori compromissioni. Se l’auto non si può spostare manualmente è necessario adoperarsi subito per chiamare il carro attrezzi e quindi il soccorso stradale che può essere incluso nella propria polizza o a pagamento. Se l’incidente non è grave ma ci sono danni lievi si può semplicemente redigere il Modulo di Constatazione Amichevole di Sinistro Stradale, questo attesta i danni e serve per velocizzare la procedura. Qualora le parti non riescano a trovare un accordo bisogna rivolgersi poi alla propria assicurazione. È importante che il danneggiato sporga denuncia formale entro 3 giorni. Questa può essere fatta alla propria assicurazione mediante raccomandata a/r oppure tramite PEC o ancora recandosi di persona. Deve contenere le generalità dell’assicurato, la descrizione dei fatti, la dichiarazione dei testimoni. Qualora l’altra persona non abbia voluto rilasciare i dati bisogna rivolgersi alla Polizia.

L’assicurazione formula la richiesta di risarcimento diretto all’altra compagnia assicurativa. Questo è possibile e abbastanza rapido solo se non ci sono pedoni coinvolti e solo se il sinistro è avvenuto tra due veicoli e non oltre. Il danno viene liquidato in tempi brevi se l’altra compagnia accetta, la procedura si dilunga se l’altra persona asserisce di non avere colpe o se il sinistro non è propriamente chiaro nella dinamica.

Incidente stradale con auto non assicurata e altre casistiche

Qualora si verifichi un incidente con un soggetto dotato di targa estera la situazione è differente perché bisogna rivolgersi all’UCI che si occupa di queste problematiche. Qualora invece accada un incidente stradale con una persona che non ha il veicolo assicurato o se questo dopo l’incidente scappa, bisogna rivolgersi al Fondo di Garanzia per le vittime della strada che copre appunto le suddette casistiche.

Rimborso assicurativo per danni materiali e fisici

Un incidente stradale può dare seguito ad un danno materiale, che riguarda solo la riparazione della vettura, carrozzeria, motore ecc. Il danno viene stimato tenendo conto del valore del veicolo, del danno procurato, della data di immatricolazione. Ci sono poi casi in cui ci sono anche danni alla persona. Questi vengono attestati mediante documenti redatti da un ospedale di Pronto Soccorso. Nessun altro referto è valido ai fini assicurativi. Mediante la documentazione è possibile comprendere il tipo di lesione riportata, i giorni di immobilità del paziente e l’eventuale gravità che permette di determinare anche l’esito del rimborso. Il danno viene qualificato da un perito che si occupa di determinare il rimborso necessario.