Varie

Come gestire il bankroll nei giochi online

Quando si sceglie di addentrarsi in un mondo molto accattivante ma al tempo stesso estremamente complesso come il gioco d’azzardo, bisogna tenere conto di molti fattori prima di lanciarsi a capofitto in scommesse e puntate: una gestione azzardata e scriteriata rischia di far subentrare una dipendenza patologica, che comporta inevitabilmente grosse perdite di denaro e un declino dal punto di vista fisico e psicologico. Ecco perché, nel gioco d’azzardo, è fondamentale saper gestire in maniera molto oculata il proprio “bankroll”, ovvero quella somma di denaro che solitamente viene impiegata nel gioco.

Gestione del “bankroll”, le buone pratiche

Un’attenzione che deve essere ancora più marcata nei giochi online, come ad esempio tutti i migliori gratta e vinci online e le piattaforme di casino che stanno aumentando a vista d’occhio sul web e che consentono al giocatore di cimentarsi al BlackJack, al Poker ma anche alla Roulette. I casino online possono risultare molto divertenti ma anche discretamente pericolosi, se alla lunga si perde la cognizione del “bankroll” a disposizione. Con le transazioni elettroniche, anche un giocatore piuttosto esperto può non rendersi conto del prosciugamento del conto.

Questo avviene perché la nostra mente preferisce ricordare solo le vincite, mentre le perdite vengono quasi riposte in un cassetto, come se non fossero mai avvenute. Quando questo meccanismo comincia a diventare totalizzante, ecco che si perde il controllo e non ci si rende più conto di quanto si è speso e di quanto invece è rientrato con le vincite. La gestione del denaro è pertanto un aspetto fondamentale ed esistono alcune modalità che consentono di farla al meglio.

Tanto per cominciare, la gestione del “bankroll” può essere garantita già da alcune scelte da compiere ancor prima di cominciare la propria “avventura” su una piattaforma di gioco d’azzardo. Ad esempio, la scelta del budget iniziale deve corrispondere a quelle che sono le nostre effettive possibilità economiche, senza fare il passo più lungo della gamba. Il giocatore deve stabilire una somma che si può anche perdere, senza che questo comporti troppi scombussolamenti.

Molto importante è anche stabilire in principio quanto tempo si vuole impiegare nei giochi d’azzardo. Se ci si riesce a controllare fin dalle prime battute, facendo le opportune pause e non lasciandosi trascinare nel vortice, ecco che il “bankroll” può essere ampiamente salvaguardato. Anche quando la giornata è particolarmente fortunata e magari siamo riusciti a vincere due o tre volte consecutive, è meglio non tirare troppo la corda, ma piuttosto fermarsi e accontentarsi.

Una tabella per tenere conto dei movimenti

Durante il gioco, invece, è sempre meglio tenere conto dei vari movimenti con carta e penna. Questo perché le transazioni, come detto in precedenza, avvengono in modalità elettronica, e troppo spesso la situazione può sfuggire di mano.

Se invece il giocatore tiene traccia dei movimenti servendosi di una tabella (scrivendo anche gli eventuali bonus ottenuti), la gestione del “bankroll” ne beneficerà direttamente, dato che riuscirà a rendersi conto di quanto spende e degli eventuali introiti. Non solo: con una tabella scritta, il giocatore capirà anche se nell’ultimo periodo ha azzardato un po’ troppo e potrà capire subito che è il caso di darsi una regolata per non sviluppare una pericolosa dipendenza.